Vai al contenuto

Ricette Per Gustare i Cardi

Ricette cardi

Il cardo è una pianta commestibile invernale che si presta bene alla realizzazione di numerose ricette regionali. La nostra cucina, infatti, offre una moltitudine di preparazioni che utilizzano il cardo e che spaziano dagli antipasti, ai primi, ai secondi, e naturalmente ai contorni.

Il cardo, per il suo aspetto è simile al sedano ma appartiene alla famiglia del carciofo, di cui richiama il gusto deciso.

La parte commestibile di questo ortaggio e il gambo; delle lunghe, dure e grosse coste dal colore biancastro ricche di filamenti fibrosi.

È una verdura a basso contenuto di calorie, basti pensare che 100 gr di prodotto apportano circa 15 kcal.

Anche se non esiste ad oggi un volume significativo di dati scientifici che le confermano, sembrerebbe che i cardi abbiano molteplici virtù benefiche:

  • Ottimi per il fegato, hanno proprietà depurative, antiossidanti e digestive;
  • Le fibre che li compongono li rendono dei lassativi naturali;
  • Sembrerebbe che la cinarina contenuta nelle coste possa contrastare l'ipercolesterolemia.

Per rendere il nostro ortaggio idoneo ad essere cucinato occorrono poche e semplici operazioni. Vi diciamo noi quali.

COME SI PULISCE IL CARDO

La pulizia e la cottura necessitano di abbastanza tempo ma non lasciatevi scoraggiare, il sapore di questo ortaggio una volta pronto saprà ripagarvi.

Innanzitutto vi consigliamo di indossare dei guanti perché, come i loro parenti carciofi, i cardi tendono a sporcare le mani, poi, in un recipiente, preparate una miscela acidula: acqua e succo di limone oppure acqua e aceto [1/2 bicchiere di aceto per ogni litro di acqua utilizzato].

La prima cosa da fare è togliere all'ortaggio le radici, le foglie e le coste esterne più dure e gettate gli scarti nel contenitore per fare il compost domestico. Il risultato ottenuto sarà la parte interna più morbida che utilizzerete per il vostro piatto.

Prendete in mano il coltello...

Adesso avete due possibilità: togliere subito i filamenti fibrosi dalle coste oppure farlo in un secondo momento, dopo che saranno state lessate. La scelta dipende dalle dimensioni che dovranno avere le coste stesse per completare la vostra ricetta. Se richiede coste a pezzi abbastanza lunghi è meglio effettuare la rimozione dei filamenti in un secondo momento quando saranno più morbidi, altrimenti meglio farlo subito subito perché la costa intera è più maneggevole.

Tagliate i cardi a pezzetti e immergeteli nella soluzione acidula precedentemente preparata per non farli annerire e lasciateli in ammollo per circa una mezz'ora.

Trascorso il tempo metteteli in una pentola di acqua salata e fateli lessare per un'ora circa, in cottura potete aggiungere un cucchiaio di farina [se utilizzate una pentola a pressione ricordatevi che i tempi di cottura si dimezzano].

Quando i cardi saranno morbidi, scolateli e proseguite nella preparazione prescelta.

Solo il cardo gobbo di Nizza Monferrato, di qualità pregiata, può essere consumato crudo, per tutti gli altri vi consigliamo di cuocerli.

Ecco, ora, le nostre due proposte culinarie pensate, entrambe, per 6 persone. Sono ottime servite sia come antipasto che come contorno.

CARDI GRATINATI AL FORNO

Ingredienti:

  • 5/6 coste lunghe di cardi
  • 1 limone
  • Sale e pepe q.b.
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 5 cucchiai colmi di pecorino
  • 1/2 L di latte

Preparazione:

Pulite bene le coste come suggerito sopra, tagliatele a tocchetti lunghi circa 5 cm e ammollateli nella miscela di acqua e limone. Trascorso il tempo di ammollo passare alla cottura in acqua salata.

A parte, in un pentolino, preparate una crema al formaggio portando ad ebollizione il latte ed incorporatevi l'amido di mais e il pecorino. Cuocete fino a che non raggiungerete la consistenza di una besciamella. Spegnere il fuoco e lasciate intiepidire la salsa di formaggio. Scolate i cardi lessati e disponeteli in una pirofila imburrata o con il fondo ricoperto da carta forno. Versate sopra ai cardi la crema al formaggio e aggiustate di sale e pepe. Cuocete in forno preriscaldato a 220 gradi per 10 minuti, poi passateli al grill per qualche minuto. Adesso sono pronti per essere serviti!

TORTA DI CARDI FRITTI

Ingredienti:

  • 5/6 coste lunghe di cardi
  • 1 limone
  • 8 cucchiai colmi di parmigiano reggiano
  • Olio per friggere (olio evo o d'arachidi. Scegliete cosa siete soliti usare)
  • 2 uova
  • 150 gr di farina (quella che usate abitualmente in cucina va bene)
    (pangrattato in aggiunta: facoltativo)
  • Sale, noce moscata e burro q.b.

Preparazione:

Pulite i cardi come descritto sopra, tagliateli a pezzi di 5 cm di lunghezze e metteteli a bagno nella soluzione acidula fatta con limone e acqua per il tempo necessario. In abbondante acqua salata lessate i cardi, quando saranno morbidi scolateli e asciugateli bene con della carta assorbente o un canovaccio.

Nel frattempo con le uova sbattute e la farina preparate una pastella. Passate i cardi asciutti nella pastella (per ottenere un fritto più croccante dopo questa operazione potete ripassare il cardo nel pangrattato per fare un ulteriore stato in superficie) e poi friggete in abbondante olio caldo. Scolateli togliendo l'olio in eccesso con l'aiuto delle carta da cucina e metteteli in strati sovrapposti dentro una pirofila imburrata o con la base ricoperta da carta forno. Alternate gli stati di cardi fritti con uno strato di parmigiano, sale e noce moscata fino ad esaurimento degli ingredienti. Sullo strato più superficiale disponete dei riccioli di burro sparsi. Gratinate in forno la torta di cardi con il grill al massimo per qualche minuto e servite. Buon appetito!

Tutti a tavola! A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.