Vai al contenuto

9

 

Dalle nostre ricerche è emerso che questo macerato è un “must” dell’agricoltura biologica, non potevamo certo farcelo scappare!

Ci siamo documentate e abbiamo deciso di provarlo, in prima persona, nel nostro orto. La sua preparazione si è rivelata facile, gli unici inconvenienti sono stati il suo odore forte e le punture sull’avambraccio ogni volta che toglievamo le piante più alte (le mani erano salve grazie ai nostri inseparabili guanti :)).

Per prepararlo occorre la pianta intera di ortica eccetto le sue radici, che vanno eliminate. Il periodo migliore per coglierla è maggio, perché presenta maggior quantità di elementi nutritivi, ma, comunque, in generale la raccolta si può effettuare per tutta l’estate; le piante poi possono essere seccate ed usate quando ne abbiamo bisogno.

Premesse fatte passiamo adesso alla ricetta della “pozione”. ...continua a leggere "Macerato d’ortica: dosi, preparazione e somministrazione"