Vai al contenuto

Glossario

 

Impara tutti i termini usati in agricoltura e negli orti

Agricoltura: facendo una sintesi dai vari dizionari possiamo indicare con questo termine tutte le attività che sfruttano le risorse della terra a fini principalmente alimentari.

Agricoltura Biologica: settore dell’agricoltura che prende in considerazione l'ecosistema agricolo nel suo complesso, cerca di sfruttare la fertilità naturale del terreno facilitandola con ristretti interventi, promuove la biodiversità dell'ambiente in cui opera ed esclude l'utilizzo di prodotti chimici (fatte salve rare eccezioni) e ogm.

Avvicendamento: rotazione, alternanza. In agricoltura si parla di avvicendamento delle colture per indicare come, per periodi limitati e cadenzati, le coltivazioni di vari ortaggi si susseguano nel solito terreno.

Basilico (Ocimum basilicum): pianta aromatica annuale originaria dell’Asia molto facile da coltivare sia in terra che nel vaso. Il suo profumo fa subito pensare alle belle giornate assolate. E’ molto usato in cucina proprio per il suo aroma intenso e per le sue proprietà terapeutiche.

Coccinelle: coleotteri dal corpo ovoidale di colore acceso e ricoperto da puntini neri. Voraci predatori , sia allo stadio larvale che adulto, sono impiegati nella lotta biologica. Riescono a mangiare anche 100 afidi al giorno!

Compost: detto anche composta o terricciato, è una tecnica di decomposizione biologica delle materie organiche. Utile anche per smaltire i rifiuti delle nostre cucine. Può essere utilizzato come fertilizzante inoltre migliora la struttura del suolo, la biodisponibilità di elementi nutritivi ed , inoltre, facilità la biodiversità della sua microflora.

Compostaggio: processo biologico aerobico controllato dall'uomo che porta alla produzione di una miscela di sostanze umide (il compost) a partire da residui vegetali, sia verdi che legnosi, o animali mediante l'azione di batteri e funghi.

Compostiera: conosciuta anche come composter, è un contenitore adatto a favorire la decomposizione aerobica dei rifiuti organici per la produzione del compost. In commercio ne esistono diversi modelli, con capacità differenti, dal costo che varia dai 50 euro fino ai 200.

Concimazione: pratica utilizzata in agricoltura e nel giardinaggio che ha lo scopo di apportare, tramite l'uso di fertilizzanti (naturali o di sintesi), le sostante nutritive necessarie alle piante per crescere e svilupparsi.

Concime: serve a fertilizzare il terreno offrendoli sostanze nutritive necessarie per la crescita delle piante.Può essere chimico o naturale.

Consociazione: detta anche coltura mista. Consiste nel coltivare, contemporaneamente e nel medesimo pezzo di terreno, diverse tipologie di ortaggi.

Marza: ramo di estremità da innestare ad una nuova pianta che non deve presentare alcuna traccia sospetta di malattia. Andrebbe colta dalla pianta madre quando  è ancora ben ferma e conservata in maniera da non seccarsi.

Menta (genere Mentha): pianta erbacea perenne, stolonifera, aromatica, che appartiene alla famiglia delle Labiate (Lamiaceae). Le sue diverse specie vengono coltivate in Europa, Asia ed Africa. Già conosciuta dagli antichi, veniva usata come pianta medicinale e per profumare le pietanze. I cinesi la utilizzavano per le sue proprietà digestive e antispasmodiche. Ippocrate la considerava afrodisiaca mentre Plinio ne vantava le proprietà analgesiche.

Ortica (Urtica dioica): pianta erbacea dagli utilizzi più svariati. Essendo ricca di vitamina C, azoto e ferro può essere usata come alimento, erba medicinale e, opportunamente macerata, impiegata in agricoltura. Contenendo grandi quantità di clorofilla è inoltre utilizzata nella colorazione naturale di tessuti delicati.

Pacciame: termine che indica lo strato di foglie secche, piccoli rami e, più in generale, tutti i residui vegetali che si accumulano intorno gli alberi

Pacciamatura: tecnica, utilizzata in agricoltura e giardinaggio, che imita ciò che accade naturalmente nei boschi. Consiste nel ricoprire il suolo con uno stato di materiale in modo da innalzarne la temperatura e conservare meglio l’umidità, proteggerlo dall’erosione, evitare che si compatti troppo e che crescano le malerbe.

Rotazione delle colture: tecnica utilizzata per migliorare il rendimento del terreno. coltivazioni diverse si succedono in un ordine regolare e predefinito sul medesimo terreno. Esistono rotazioni biennali, triennali e quadriennali.

Sarchiatura: tecnica di lavorazione della terra per aumentare la respirazione delle radici. Consiste nella rimozione delle erbacce e nel rimescolamento superficiale del terreno.

Sovescio: pratica  di concimazione utilizzata dagli agronomi. Consiste nell’interrare ortaggi al fine di mantenere e migliorare la fertilità dei terreni. Importante è il sovescio delle leguminose  per ridare azoto al terreno.

Talea: frammento di una pianta messo in acqua o nel terreno in modo tale da rigenerare un nuovo esemplare.  E’ un metodo di propagazione che sfrutta le capacità rigenerative dei vegetali.

Vanga: attrezzo in uso in agricoltura e nel giardinaggio per staccare le zolle di terreno, spaccarle e rivoltarle. È composta da una lama piatta a forma di V,su cui é innestata una staffa, ed è provvista di un lungo manico. Per affondare la lama nella terra si fa pressione col piede sulla staffa.

Zappa: strumento agricolo multifunzionale, in uso per estirpare erbacce infestanti o rompere la terra. Ha un lama metallica quadrata, o trapezoidale o triangolare, montata su bastone. È un attrezzo manuale.

Zolla: Massa compatta e non eccessivamente grande di terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *